LA FATA MORGANA fantasia su un mito

A&M
Attori&Musici
www.attorimusici.com

 

LA FATA MORGANA
fantasia su un mito

scritto, diretto, interpretato da
Marica Roberto

La Fata Morgana, personaggio mitologico e nome di miraggio tipico dello Stretto di Messina, qui, tramite una reinterpretazione fantastica, si fa voce di storie di donne vittime della mafia. Sono le sue nove sorelle, Fata è ognuna di loro.
E’ strega, guaritrice e mutaforme; lei e le altre, con fantasia intraprendenza e coraggio, hanno creato visioni per proteggere la Sicilia dai barbari, fuori o dentro la loro terra.
Morgana è sempre la stessa donna , che muta età, provenienza, situazione: ha cercato i figli spariti, ha rifiutato di prostituirsi, ha intrappolato con le sue parole tragedie di efferatezza, è stata indotta a “sparire”.

Da qui nascono storie di donne siciliane, o meridionali, o del resto del mondo. 
Perché la fatamorgana è una forma complessa e insolita di miraggio, e accade dappertutto: dallo stretto di Messina alle regioni polari, ai deserti, in mare e a terra.Lo spettacolo è pensato per rendere un tributo a queste donne , perché il loro coraggio “cammini sulle nostre gambe”.Insieme prosa,  canti e musica dal vivo.Il repertorio musicale è tratto dalla più autentica tradizione siciliana, priva di folclorismi, ma densa di forza, furore e allegria, con strumenti quali chitarra, liuto cretese, zampogna, friscaletti, marranzano, tamburi a cornice.   
 
Le donne ricordate sono:  
 
Palmina Martinelli
Rossella Casini

Maria Teresa Gallucci con mamma Nicolina Celano e nipote Marilena Bracaglia

Tita Buccafusca

Lea Garofalo e sua figlia Denise
 
Angela Donato
 
Qui di seguito il video dello spettacolo
 

PERCHE’ SCEGLIERE QUESTO SPETTACOLO

Perché la società brucia, perché le donne hanno coraggio, perché musica e canzoni sul palco prorompono, scaldano e portano più lontano le parole, persino quando sono pietre di storie dolorose. Perché le vite taciute di molte donne passino di bocca in bocca di occhi in occhi e di cuore in cuore. Ha commosso, esaltato, coinvolto, complice il furore espressivo dei quattro artisti, in parola o in musica.