Raffaella Chindamo

1989 – Raffaella Chindamo – Laureana di Borrello (RC)

Al sangue si aggiunge sangue. La vendetta assurda nel nome di Marcella Tassone si compie con l’uccisione di un’altra giovane donna, la 24enne Raffaella Chindamo, una ragazza innocente, con problemi mentali. La feriscono nel cortile di casa il 1° marzo. Sparano dall’auto con una pistola a tamburo, colpendola al collo. Morirà il 6 marzo in ospedale.