Giuditta Milella

1985 – Giuditta Milella – Palermo

Biagio Siciliano, 14 anni, e Giuditta Milella, che di anni ne ha 17, sono alla fermata dell’autobus dopo l’uscita da scuola. L’auto dei carabinieri che scorta il giudice Borsellino, per evitare un’auto che le taglia la strada, investe il gruppo di studenti. Biagio e Giuditta restano uccisi. Paolo Borsellino commenta così: «La mafia dovrà essere chiamata a rispondere del sacrificio di queste vittime innocenti».