Fatima Fauhreddine, Giuseppina Mammana

2002 – Fatima Fauhreddine, Giuseppina Mammana – Rometta Marea (ME)

Le grandi opere pubbliche in Sicilia spesso sono nelle mani delle imprese mafiose.

Il 20 luglio il treno espresso Palermo-Venezia,  “la freccia della Laguna”, transita nei pressi della stazione ferroviaria Rometta Marea. Improvvisamente il locomotore esce dalle rotaie, ruota violentemente di 180° e urta le strutture laterali di un ponticello. Il resto del convoglio si stacca dalla motrice e investe il casello ferroviario sventrando l’edificio in due parti. Dietro la strage – che va sotto il nome di “strage di Rometta Marea” – ci sarebbero storie di appalti e tangenti, collusioni, corruzioni sorte all’ombra di grandi commesse delle ferrovie italiane. Strage di mafia oltre che strage di Stato è stata definita da pochi giornalisti coraggiosi. A morire sono otto persone. Tra loro Fatima Fauhreddine, 59 anni, originaria del Marocco, e Giuseppina Mammana, 22 anni, siciliana.