Emanuela Sansone

1896 – Emanuela Sansone – Palermo

Ha solo 17 anni la prima donna uccisa dai clan. Si chiama Emanuela, è la figlia della bettoliera Giuseppa Di Sano. La ammazzano a Palermo, il 27 dicembre 1896. È probabilmente una ritorsione: i mafiosi, come emerge dal rapporto del questore di Palermo Ermanno Sangiorgi, sospettano che la madre li abbia denunciati per fabbricazione di banconote false. Dopo l’omicidio, la madre di Emanuela collabora  con la giustizia: uno dei primi esempi del ruolo positivo delle donne, troppo spesso ignorato e dimenticato.

Approfondimenti

Giornale di Sicilia, edizione del 29 Dicembre 1896