Angela Fiume, Nadia e Caterina Nencioni

1993 – Angela Fiume, Nadia e Caterina Nencioni – Firenze

Nella notte tra il 26 e il 27 maggio, una Fiat Fiorino carica di tritolo esplode in via dei Gergofili, a Firenze. È l’ennesima strage firmata Cosa Nostra, che pochi mesi dopo colpirà anche la Capitale e Milano, attuando quella che verrà poi definita la strategia della tensione. L’obiettivo è far indietreggiare lo Stato dalla lotta alla criminalità organizzata e in particolare dall’applicazione del “carcere duro” ai boss mafiosi catturati. In via dei Gergofili perdono la vita Nadia Nencioni, di 9 anni, sua sorella Caterina, di un mese e mezzo, la madre, Angela Fiume di 36 anni, il padre Fabrizio Nencioni di 39 anni.